Letra de PietÓ, Signore de Andrea Bocelli
PietÓ, Signore,
di me dolente!
Signor, pietÓ
se a te giunge il mio pregar;
non mi punisca
il tuo rigor.
Meno severi,
clementi ognora,
volgi i tuoi sguardi
sopra di me, sopra di me.

Non sia mai
che nell'inferno sia dannato
nel fuoco eterno
dal tuo rigor.
Gran Dio, giammai
sia dannato
nel fuoco eterno
dal tuo rigor.

PietÓ, Signore,
Signor, pietÓ
di me dolente!
Se a te giunge il mio pregar;
volgi i tuoi sguardi
su me Signor.

PietÓ, Signore,
di me dolente!
Signor, pietÓ
se a te giunge il mio pregar;
non mi punisca
il tuo rigor.
Meno severi,
clementi ognora,
volgi i tuoi sguardi
sopra di me, sopra di me.

Non sia mai
che nell'inferno sia dannato
nel fuoco eterno
dal tuo rigor.
Gran Dio, giammai
sia dannato
nel fuoco eterno
dal tuo rigor, dal tuo rigor.

Letra de: http://www.letrasymusica.net

eXTReMe Tracker